Strumenti operativi per la prevenzione della crisi d’impresa

Le nuove norme in materia di prevenzione della crisi d’impresa, impongono a tutti gli imprenditori l’obbligo di un adeguato assetto organizzativo che includa l’adozione di strumenti di analisi e, soprattutto, di contabilità predittiva che consentano di rappresentare i futuri accadimenti, con una particolare attenzione ai flussi di cassa attesi.

Con Real-Time (www.rtol.it/), abbiamo promosso questo incontro che si propone di fornire una panoramica sui nuovi obblighi ma, soprattutto, sugli strumenti e le risorse a disposizione degli imprenditori per strutturare adeguatamente o rafforzare il proprio assetto organizzativo e la capacità di analisi e previsione.

DESTINATARI

  • Imprenditori
  • Manager operativi nelle aree Amministrazione, Finanza, Controllo e Pianificazione, Tesoreria
  • Consulenti d’azienda
  • Commercialisti
  • Sindaci

Maggiori informazioni e iscrizioni a questo link oppure scrivi a info@claudioarrigoni.it

CODICE LEI: LA TUA AZIENDA LO HA GIA’ CHIESTO?

A partire da questo 2018 le imprese, oltre ai fondi, che svolgono operazioni finanziarie, devono ottemperare a nuovi obblighi in materia di trasparenza e stabilità dei mercati finanziari. Tra questi, si annovera anche l’obbligatorietà della richiesta di attribuzione del cosiddetto codice LEI, un acronimo che sta per Legal Entity Identifier: un codice univoco, composto da 20 caratteri, che identifica le parti nelle transazioni finanziarie effettuate in tutti i mercati finanziari del mondo.

Tutto prende il via dai lavori del G-20 attraverso il Financial Stability Board (FSB) allo scopo di potenziare la gestione del rischio sistemico globale.

In Italia, la gestione operativa dell’assegnazione dei codici è affidata a InfoCamere, la Società di Unioncamere, e la richiesta di attribuzione del codice va effettuata telematicamente. L’attribuzione del codice ha validità un anno dalla data del rilascio e può essere rinnovata annualmente … previo pagamento. Il primo anno, il costo è di 122,00 euro, mentre l’onere per il rinnovo è di 84,50 euro + IVA.

Il Codice LEI è quindi necessario per il compimento di operazioni finanziarie, quali – ad esempio – la compravendita di azioni e obbligazioni, la negoziazione di opzioni, derivati, swap e sono da intendersi rientranti nella disciplina anche la sottoscrizione di mutui con strumenti finanziari sottostanti.

La richiesta di attribuzione del codice LEI si può fare collegandosi al sito www.LEI-Italy.infocamere.it